Tra i cinque posti del mondo selezionati dalla nota rivista per il lavoro da remoto, il capoluogo regionale risulta in testa alla classifica, davanti a luoghi da sogno

Non è una novità assoluta, bensì la conferma di una tendenza sempre più attuale. La Sicilia piace a molti, in tutto il mondo. E Palermo non fa eccezione. Nella versione pubblicata nel Regno Unito della rivista “National Geographic” il capoluogo regionale risulta al primo posto tra i cinque individuati come miglior città per lavorare da remoto.

Dopo la nostra città nell’elenco stilato dalla rivista, ci sono posti che definire “da sogno” sarebbe riduttuivo. Bali, Lima, Città del Capo, Antigua, sono tra i luoghi più belli del mondo, gettonatissimi dai turisti e dagli amanti dei viaggi.

Palermo nella descrizione del National Geographic viene descritta come una specie di Paradiso in terra. “Con uno stile di vita sano e rilassato – si legge nell’articolo – il caldo clima mediterraneo e un costo della vita inferiore rispetto alla maggior parte del Regno Unito, la scintillante capitale della Sicilia, Palermo, offre ai giovani professionisti un assaggio della dolce vita”.

Adv

Ma National Geographic Uk non ha ancora finito di tessere le lodi della città siciliana.”I professionisti possono sedersi, lavorare e guardare il mondo che passa in una delle tante magnifiche piazze della città – aggiunge – circondate da caffè, venditori ambulanti e boutique adatti ai laptop”.

Ma viene citato anche l’aspetto legato alla storia e ai magnifici monumenti della città. “Durante la pausa pranzo, passeggiare per le strade storiche è come salire su un palcoscenico – scrive la rivista -. Strette viuzze simili a suk sono piene di cupole arabe, facciate barocche decorative e luminosi mosaici bizantini che raccontano il passato multiculturale della città”.

E se c’è la storia non può mancare anche il riferimento alla tradizione siciliana. Avere l’opportunità di lavorare in smart working da Palermo, infatti dà a chi sceglie la città la possibilità di far rapire tutti i sensi dal “vivace mercato della Vucciria, che è il posto migliore per assaggiare le prelibatezze siciliane locali, tra cui arancine, cannoli e pasta alla norma”, continua l’articolo.

Ultimo, ma non meno importante, “un calendario culturale all’avanguardia e una frizzante vita notturna portano ulteriore dinamismo alla città e tanto divertimento per i fine settimana”.



Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.